Procedure

Questi vademecum sono redatti esclusivamente per informare i cittadini sulle procedure in caso di ritrovamento di un cane o di un gatto. Tali iter sono da ritenersi validi solo per le province di Cremona e Mantova.

Cosa fare in caso di:

⚠️ Ritrovamento di un cane

In caso di avvistamento di un cane vagante e/o ferito la prudenza e il buon senso devono prevalere sulla nostra volontà di soccorrerlo. Presta sempre molta attenzione e cerca di essere cauto nell’approcciarti ad un cane vagante: questo può essere spaventato, disorientato e, se messo alle strette, può addirittura reagire per difendersi.

◾ Procedura in caso di ritrovamento diurno di un cane vagante:
  1. cercare di metterlo in sicurezza, spostandolo dalla strada o da eventuali pericoli. Se è possibile confinalo in un’area circoscritta come un giardino recintato, un garage o bloccalo con un guinzaglio.
  2. contattare il servizio veterinario ATS competente o la Polizia Locale ed aspettare che accorrano sul luogo per procedere all’identificazione dell’eventuale padrone attraverso la lettura del microchip. In caso sia presente il microchip, saranno loro a contattare il legittimo proprietario. In caso di assenza del microchip saranno loro ad attivare il servizio di accalappiamento, che recupererà il cane e lo trasferirà al Canile Sanitario di competenza. Di norma è possibile chiamare anche i Carabinieri come numero di emergenza unica: saranno loro a mettervi in comunicazione con chi di dovere.

 

◾ Procedura in caso di ritrovamento notturno di un cane vagante:
  1. metterlo in sicurezza, spostandolo dalla strada o da eventuali pericoli, confinandolo in un’area circoscritta come un giardino recintato, un garage o bloccandolo con un guinzaglio.
  2. essendo chiusi gli uffici di Polizia Locale in orario serale, telefonare ai Carabinieri in ambito provinciale. Questi ultimi vi metteranno in contatto con i referenti del servizio di accalappiamento.

 

◾ Procedura in caso di ritrovamento di un cane vagante ferito:
  1. sempre sia possibile e prestando molta attenzione a non provocare ulteriori danni, metterlo in sicurezza, spostandolo a lato della strada lontano da eventuali pericoli o confinandolo in un’area circoscritta.
  2. telefonare al numero di emergenza veterinaria che provvederà a farvi ricontattare da un veterinario ATS reperibile. Una volta arrivato sul luogo valuterà l’entità e la gravità della situazione ed infine contatterà il servizio di accalappiamento per poterlo autorizzare al trasferimento del cane nella clinica convenzionata.
  3. IMPORTANTE: rimani sul luogo in attesa finché non arriva l’autorità preposta e non prendere in consegna il cane ferito per portarlo provvisoriamente da un veterinario. In questo caso saresti tu il responsabile civile dell’animale, rispondendo anche ad eventuali spese per cure mediche non autorizzate dall’ASL. 

⚠️ Ritrovamento di un gatto

Anche in caso di ritrovamento di un gatto, specialmente in difficoltà o ferito, bisogna prestare sempre particolare attenzione ad approcciarlo, in modo da aggravare ulteriormente la situazione. Precisiamo innanzitutto che nel caso dei felini non ci sono regolamentazioni che specificano le procedure esatte in caso di ritrovamento di un gatto.

◾ Procedura in caso di ritrovamento diurno o notturno di un gatto vagante:
  1. La principale cosa da fare è cercare di capire se il gatto fa parte di una colonia felina limitrofa. In questo caso è vietato prenderlo in custodia senza l’autorizzazione dell’ATS competente, visto che ne è custode dal punto di vista sanitario o del Comune che ne è proprietario. Tutti i gatti reintegrati ed inseriti in colonie feline vengono microchippati e sterilizzati dall’ATS che ne monitora lo sviluppo.
  2. Se invece si tratta di un semplice randagio puoi prenderlo in custodia e trovare lui una casa, ma ricorda sempre di controllare se ha il microchip recandoti presso un qualsiasi veterinario.

 

◾ Procedura in caso di ritrovamento di un gatto ferito:
  1. sempre sia possibile e prestando molta attenzione a non provocare ulteriori danni, metterlo in sicurezza, spostandolo a lato della strada lontano da eventuali pericoli o confinandolo in un’area circoscritta.
  2. telefonare al numero di emergenza veterinaria che provvederà a farvi ricontattare da un veterinario ATS reperibile. Una volta arrivato sul luogo valuterà la gravità della situazione ed infine contatterà il servizio di accalappiamento per poterlo autorizzare al trasferimento del cane nella clinica convenzionata.
  3. IMPORTANTE: rimani sul luogo in attesa finché non arriva l’autorità preposta e non prendere in consegna il gatto ferito per portarlo provvisoriamente da un veterinario. In questo caso saresti tu il responsabile civile dell’animale, rispondendo anche ad eventuali spese per cure mediche non autorizzate dall’ASL. 

Nota bene

Specifichiamo che in caso di cane o gatto ferito, nessuno vi vieta di intervenire per portarli tempestivamente in una clinica veterinaria, anzi è sicuramente la scelta più veloce, ma siate bene informati su quali siano le vostre responsabilità.

La provincia di Cremona è suddivisa in tre distretti veterinari:

  • Cremona: tel. 0372 497630
  • Crema: tel. 0373 797011
  • Casalmaggiore: tel. 0375 284029

Lun-Ven 8:00-18:00 / Sab 8:00-13:00

📞 Emergenza Veterinaria ATS Valpadana Cremona: Tel 0373 2801 (centralino di Crema)

Lun-Ven 18:00-8:00 / Sab 13:00-8:00 del lunedì successivo

La provincia di Mantova è suddivisa in quattro distretti veterinari:

  • Mantova: tel. 0376 334505
  • Asola e Guidizzolo: tel. 0376 331051 – 0376 846712
  • Ostiglia e Suzzara: tel. 0386 302078 – 0376 331457
  • Viadana: tel. 0375 789754

Lun-Ven 8:00-18:00 / Sab 8:00-13:00

📞 Emergenza Veterinaria ATS Valpadana Mantova: Tel 0376 9091 (centralino di Bozzolo)

Lun-Ven 18:00-8:00 / Sab 13:00-8:00 del lunedì successivo

IMPORTANTE:

Il servizio di accalappiamento può essere attivato SOLO dal dipartimento veterinario dell’ATS Valpadana, dalle forze dell’ordine, dai pubblici ufficiali e funzionari comunali: pertanto nessun cittadino può attivare autonomamente il servizio ma deve passare esclusivamente per i canali sopra indicati.